Comunità pastorale

SANTI QUATTRO EVANGELISTI

Monza

DOMENICA 27 SETTEMBRE 2020

XXVI Domenica del tempo ordinario - ANNO A

Le letture del giorno

Ez 18,25-28; Sal 24; Fil 2,1-11; Mt 21,28-32;

Salmodia: II settimana:

martedì, Ss. Michele, Gabriele e Raffaele arcangeli: Proprio

venerdì, Ss. Angeli custodi: Proprio

In Evidenza :

DON DARIO SI PRESENTA

"Amati sino alla fine per grazia e non per merito"

Faccio fatica a scrivere qualcosa di me, a presentarmi, perché rischierei di autodefinirmi in etichette e questo non sarebbe giusto per me, come per nessun essere umano. Certo le etichette sono a volte delle scorciatoie che ci possono aiutare, ma nello stesso tempo sono assai rischiose se ci definiscono. Se dunque devo scegliere “un’etichetta” per presentarmi quale potrebbe essere? Ritengo di essere una persona amata in maniera incredibile da Dio, graziata al di là di ogni aspettativa da Lui e assolutamente inadeguata a questi doni che Egli mi ha fatto. Per il resto vi chiedo la pazienza e l’umiltà di scoprirmi poco alla volta così come io scoprirò le bellezze e povertà vostre poco alla volta. Vi lascio però uno scritto interessante, forse un po’ datato, dove l’autore (non mi ricordo il nome),in maniera simpatica e arguta ci fa vedere il rischio delle etichette:

« Se il prete parla dieci minuti più a lungo, è un parolaio. Se durante una predica parla forte, allora urla. Se non predica, non capisce niente. Se possiede un’auto personale, è capitalista, è mondano. Se non ha un’auto personale, non è capace di adattarsi ai tempi. Se visita i suoi fedeli fuori parrocchia, allora gironzola dappertutto. Se frequenta le famiglie, non è mai in casa. Se rimane in casa, non visita mai le famiglie. Se parla di offerte e chiede qualcosa, non pensa ad altro che a far soldi. Se non organizza feste, gite, incontri, nella parrocchia non c’è vita. Se in confessionale si concede tempo, è interminabile. Se fa in fretta, non è capace di ascoltare. Se comincia la messa puntualmente, il suo orologio è avanti. Se ha un piccolo ritardo, fa perdere tempo a un mucchio di gente. Se abbellisce la chiesa, getta via i soldi inutilmente. Se non lo fa, lascia andare tutto alla malora. Se parla da solo con una donna, c’è sotto qualcosa. Se parla da solo con un uomo, eh! Se prega in chiesa, non è un uomo d’azione. Se si vede poco in chiesa, non è un uomo di Dio. Se si interessa degli altri, è un impiccione. Se non si interessa, è un egoista. Se parla di giustizia sociale, fa politica. Se è giovane, non ha esperienza. Se è un vecchio, non si adatta ai tempi. Se muore, non c’è nessuno che lo sostituisce».

Forse ci stanno un po’ tutte queste etichette ma forse anche no, in ogni caso soffermiamoci innanzitutto sul bello che vale per me e per voi, ovvero dal riconoscere di essere amati e salvati dal Signore in maniera totale ed eterna (il motto del nostro anno di ordinazione infatti è: li amò sino alla fine) e che ognuno di noi, come può, è chiamato ad amare imparando da Lui. Allora iniziamo insieme questa avventura per il tempo che il Signore ci donerà.

don Dario

VITA DI COMUNITA'

Lunedì 28 settembre : INCONTRO ANIMATORI ITINERARI FIDANZATI ,ore 21.00 a S. Rocco in Oratorio

Martedì 29 settembre : INCONTRO GRUPPI LITURGICI , ore 21.00 a SR

Mercoledì 30 settembre : CONSIGLIO PASTORALE in preparazione alla Visita Pastorale dell’Arcivescovo Mons. Mario Delpini, ore 21.00, a SA

Giovedì 1 ottobre : ADORAZIONE EUCARISTICA , dalle 15.30 alle 18.00, a GD

Venerdì 2 ottobre : ADORAZIONE EUCARISTICA , dalle 15.30alle 19.00 a SR e RP

Domenica 4 ottobre:

FESTA ORATORIO E ACCOGLIENZA DON DARIO (vedi pag.3-4 dell'informatore )

FESTA MADONNA DEL SANTO ROSARIO a S, Rocco

- ore 17.30 : Recita del S. Rosario Meditato

- ore 18.00 : S. Messa solenne

N.B. Quest’anno non è possibile fare la processione con la statua della Madonna.

Al sabato pomeriggio, almeno un’ora prima delle S. Messe, I preti sono presenti

per le Confessioni

Vangelo di Domenica 27 SETTEMBRE 2020 XXVI del tempo ordinario


ITINERARIO IN PREPARAZIONE AL MATRIMONIO CRISTIANO

Come ogni anno la Comunità Pastorale Santi Quattro Evangelisti, propone incontri per preparare e accompagnare le coppie che desiderano scegliere il Matrimonio Cristiano come fondamento e pilastro della loro vita di Sposi.

Quest’anno nell’itinerario ci soffermeremo sulle Parole del consenso matrimoniale: Le Parole del Matrimonio.

Accompagnati dal sacerdote e dalle coppie animatrici, faremo delle riflessioni sulla formula del Consenso che gli sposi cristiani pronunciano il giorno delle nozze.

Le riflessioni nascono dal concreto rimando alla vita. È certamente un'occasione di riflessione e di confronto anche all’interno della coppia stessa.

Le coppie interessate devono rivolgersi per ogni informazione e per le iscrizioni a:

don Pierangelo – cell. 339.2203296

La Comunità Pastorale propone due momenti durante l’anno:

venerdì 30 ottobre – 11 dicembre 2020 a S. Rocco

sabato 23 gennaio – 13 marzo 2021 a S.Giacomo e Donato

Gli incontri si svolgeranno in oratorio alle ore 21.00

Le Parole del Matrimonio

Io ... accolgo te...come mio/a sposo/a. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

IL SALUTO DI DON ALBERTO

Nella foto potete riconoscere: mons. Ivano Valagussa, don Vittorio De Paoli, don Alberto Dell’Acqua, don Alberto Colombo, don Dario Bolzani (gli ultimi due hanno due grandi cose in comune... l’essere compagni di Messa e una certa rotondità di vita). Mancano nella foto don Giuseppe Maggioni e don Marco Mauri. Manca anche mons. Felice Viasco, che ci protegge dal cielo.

È questa comunque una foto significativa con molti dei vicari parrocchiali passati, presenti e futuri di Regina Pacis. La foto l’abbiamo fatta mercoledì 2 settembre 2020 nel Centro Pastorale di Seveso durante gli incontri per i preti che quest’anno cambiano destinazione “Tempo in disparte”.

Carissimi amici della Comunità Pastorale Santi Quattro Evangelisti, desidero salutarvi con questa foto per dieci motivi:

1. il sorriso di questi preti esprime la gioia di seguire il Signore;

2. il loro essere insieme esprime l’amicizia tra i discepoli del Signore Gesù;

3. insieme ci ricordano che c’è una storia più grande di ciascuno di noi preti, storia in cui ci inseriamo e dalla quale prima o poi usciamo avendo cercato di aiutare a far crescere i germi di bene che il Signore ha seminato nella nostra Comunità;

4. che molti dei vicari parrocchiali di Regina Pacis sono veri e propri preti “di peso”!;

5. anche i preti hanno bisogno di tirare il fiato ogni tanto;

6. è bello ricordare e pregare per tutti i preti che sono passati dalla nostra Comunità;

7. i preti ci ricordano che sono semplici servi della Comunità stessa perché ciascun membro della Comunità possa incontrare e vivere il Vangelo;

8. è il Signore Gesù al centro della Comunità, non i preti. I preti passano, il Signore resta. Si spera che i preti abbiano aiutato a guardare al Signore;

9. per sapere che anche i preti si ricordano delle Comunità dalle quali sono passati e per le quali continuano a pregare;

10. perché in questi giorni di intensa formazione non mi sono venute altre idee più brillanti di questa per questo articolo.

Per tutti questi motivi rivolgo a voi il mio saluto:

GRAZIE DI CUORE A TUTTA LA COMUNITÁ SANTI QUATTRO EVANGELISTI. IL BENE CHE IL SIGNORE HA SEMINATO NEL NOSTRO INCONTRARCI È DAVVERO TANTO!

Don Alberto Colombo

Le Sante Messe nella nostra comunità sono riprese, con ingressi contingentati.

La trasmissione in streaming è un'opportunità in più per chi non ha la possibilità di partecipare

OGNI DOMENICA

Pagina Facebook :

Canale YouTube :

INFO UTILI

Informazioni utili per il corona virus :

Per un corretto uso delle mascherine. Video :