La visita pastorale del nostro Arcivescovo Mons. Mario Delpini

<< Benedetto Colui che viene nel nome del Signore >>

SABATO 24 E DOMENICA 25 OTTOBRE VISITA PASTORALE DEL NOSTRO ARCIVESCOVO

Ci prepariamo alla Visita Pastorale del nostro Arcivescovo Mons. Mario Delpini, che si svolgerà nella nostra Comunità pastorale nel prossimo fine settimana: sabato 24 e domenica 25 ottobre.

Come più volte abbiamo ricordato nelle settimane scorse la Visita del nostro Arcivescovo è una grande opportunità, è una grande OCCASIONE per metterci in ascolto delle parole che il Vescovo vorrà offrire a tutti noi. Accogliamolo con gioia, con entusiasmo e con tanta fede, anche se la visita avverrà in questo contesto particolare in cui tutti stiamo vivendo (Covid) con le attenzioni e precauzioni che dobbiamo avere, nel rispetto delle regole, ma soprattutto delle persone.

Il nostro Arcivescovo visiterà tutte le nostre quatto parrocchie celebrando la S. Messa in ogni parrocchia.

Dialogherà prima di ogni s. Messa con i cresimandi e i loro genitori, che quest’anno non ha potuto incontrare nel consueto incontro cresimandi a S. Siro.

A conclusione di ogni celebrazione consegnerà la regola di vita ai nonni presenti e dialogherà con i chierichetti.

Inoltre incontrerà il Consiglio Pastorale e i consigli degli Affari Economici e alcune realtà sociali ed ecclesiali presenti sul nostro territorio. Prepariamoci alla Visita Pastorale con la preghiera personale e comunitaria, a questo proposito vi consegniamo questa preghiera pensata e preparata per tutto il decanato di Monza.

Per permettere di vivere bene questa visita, dobbiamo riorganizzare anche gli orari delle S. Messe nella comunità stessa.

Il nostro Arcivescovo inizierà la sua visita sabato 24 ottobre ai Santi Giacomo e Donato anticipando alle 17.30 la s. Messa perché l’Arcivescovo alla sera alle 21.00 presiederà la Veglia Missionaria in Duomo a Milano.

La preghiera della Visita Pastorale Monza 2020

Signore Gesù,

nostro Fratello, Maestro e Pastore,

concedi a noi, fedeli di questa città,

di comprendere e di accogliere il mistero di grazia

della visita pastorale del nostro vescovo Mario.


Egli viene a risvegliare in noi il desiderio e la volontà

di invocare il Padre perché infonda in tutti

la sapienza del cuore, per meglio comprendere ed affrontare

il tempo di prova e di rinnovamento ecclesiale e sociale

che oggi, domande e invocazioni di fratelli e sorelle,

sollecitano la nostra mente ed il nostro cuore.


Spirito Paraclito, illumina e conforta il nostro vescovo,

perché possa consolare i nostri animi

e risvegliare in noi la volontà, la fantasia e la perseveranza

per rendere più credibile ed efficace la cura pastorale

verso le comunità della Chiesa che è in Monza.


Aiuta il nostro vescovo Mario a ricordarci

la bellezza della nostra vocazione cristiana

e a suggerirci prospettive e propositi

per un rinnovato impegno nell'edificazione della comunità,

nel servizio ai poveri e nella testimonianza missionaria.


La sua visita confermi ed incoraggi

il cammino delle nostre comunità.


Ci accompagnino in questo cammino di incontri,

celebrazioni, riflessioni e presa di coscienza

di rinnovati impegni pastorali,

l'aiuto e l'intercessione di Maria.

dei patroni San Giovanni Battista, san Gerardo,

il beato Luigi Talamoni

e di tutti i Santi patroni della nostra Comunità.

Amen.

PROGRAMMA S. MESSE

SABATO 24 OTTOBRE

ore 17.30 S. Messa parrocchia Santi Giacomo e Donato con l’Arcivescovo

ore 17.30 S. Messa a Regina Pacis

ore 18.00 S. Messa a S. Rocco

ore 19.00 S. Messa a S. Alessandro

DOMENICA 25 OTTOBRE

ore 8.30 S. Messa a S. Rocco

ore 8.30 S. Messa a Regina Pacis

ore 9.00 S. Messa a S. Alessandro con l’Arcivescovo

(proietteremo la S. Messa anche nel saloncino dell’oratorio - sarà sospesa la S. Messa delle ore 11.00)

ore 9.00 S. Messa parrocchia Santi Giacomo e Donato

ore 10.30 S. Messa a Regina Pacis

ore 11.00 S. Messa a S. Rocco con l’Arcivescovo

(trasmetteremo la S. Messa via streaming - non ci sarà la S. Messa delle ore 10.00)

ore 11.00 S. Messa parrocchia Santi Giacomo e Donato

ore 16.00 S. Messa a Regina Pacis con l’Arcivescovo

(sarà sospesa la S. Messa delle 18.00)

ore 18.00 S. Messa a S. Rocco

Invitiamo a prendere visione di tutti gli orari e chiediamo di saper scegliere con criterio per una migliore distribuzione, sapendo i limiti che ci sono nelle nostre chiese. Non possiamo andare oltre le possibilità di ogni chiesa.

Il Parroco

don Pierangelo

Per portare una parola di consolazione e di speranza, per confermare il cammino della comunità alla luce del Vangelo

Il nostro Arcivescovo l’8 settembre 2018 ha espresso il desiderio di vivere la Visita Pastorale in tutta la Diocesi. Ha emanato un decreto (che qui riportiamo nella sua parte essenziale):

«Tra i compiti richiesti al Vescovo come espressione della sua particolare relazione con l'intero popolo di Dio a lui affidato vi è quello di “visitare ogni anno la diocesi, in tutto o in parte”, così da “visitare l'intera diocesi almeno ogni cinque anni” (can. 396 § 1 CA.C.). Pur nella consapevolezza della particolare vastità dell'Arcidiocesi di Milano intendo assolvere a questo dovere facendomi personalmente prossimo alle comunità locali ambrosiane e affidando ad alcuni collaboratori l'attenzione a determinati aspetti della vita pastorale e amministrativa.

In concreto, avendo ormai compiuto il mio primo anno di ministero come Arcivescovo di Milano (presa di possesso della Diocesi il 9 settembre 2017) e in piena consonanza con il nuovo anno pastorale, che oggi si inaugura nel segno della dimensione pellegrinante della fede (Cresce lungo il cammino il suo vigore; Il popolo in cammino verso la città santa, la nuova Gerusalemme), avendo sentito il Consiglio Episcopale, il Consiglio Presbiterale e l'Assemblea dei Decani, con il presente atto, visti ì cann. 396-398 C.I.C. e i nn. 221-225 del direttorio per il ministero

pastorale dei Vescovi, Apostolorum successores (7 giugno 2003),

indico la Visita pastorale diocesana

che avrà inizio con la prossima prima domenica di Avvento, secondo il Rito Ambrosiano

(18 novembre 2018).

la Visita pastorale si realizzerà in particolare secondo le seguenti modalità:

mi recherò personalmente in ogni Parrocchia della Diocesi per vivere in essa una celebrazione eucaristica oppure un'altra celebrazione liturgica o una manifestazione di pietà popolare, così come concordato di volta in volta con il Responsabile della Comunità pastorale o con il Parroco; durante la celebrazione una particolare attenzione sarà rivolta alle famiglie dei ragazzi che stanno compiendo il cammino dell'iniziazione cristiana, al tema vocazionale e al ruolo dei nonni nelle famiglie e nella comunità; chiedo a ogni Consiglio di Comunità pastorale o Consiglio pastorale parrocchiale (invitando all'incontro anche i corrispettivi Consigli per gli affari economici) di rendersi disponibile a un incontro con l'Arcivescovo, allo scopo di verificare in modo sinodale l'attuazione (considerare i percorsi in atto, introdurre gli opportuni aggiornamenti e le eventuali correzioni, rilanciare) delle indicazioni conclusive della visita del Card. Angelo Scola e quindi le priorità pastorali e il cosiddetto "passo da compiere" ivi stabilito;

chiedo a tutti i presbiteri, i diaconi e le comunità di vita consacrata che nel decanato condividono la responsabilità pastorale, di rendersi disponibili a un incontro con l'Arcivescovo e desidero altresì incontrare personalmente, nella stessa occasione o in altre circostanze, tutti i presbiteri e i diaconi ambrosiani o che hanno un incarico pastorale in diocesi; affido al Settore per l'Educazione e Celebrazione della fede della Curia Arcivescovile, con la collaborazione di altri soggetti attivi nell'apostolato biblico, il compito di costituire un'équipe che, a nome dell'Arcivescovo, visiterà ogni decanato per recensire, verificare e rilanciare i percorsi che sono pastoralmente proposti per promuovere l'auspicata e irrinunciabile familiarità di ogni battezzato con la Sacra Scrittura. (...)

Per l’intercessione di Maria Nascente invoco la benedizione di Dio sulla prossima Visita pastorale e su tutti i fedeli ambrosiani.»

Milano, 8 settembre 2018, Natività della Beata Vergine Maria

Prot. Gen. N.02777

Mario Delpini

Arcivescovo

Il senso della visita pastorale è la vicinanza del Vescovo alle Comunità Parrocchiali o Pastorali, una presenza per portare una parola di consolazione e di speranza alla luce del Vangelo. La visita del Vescovo per confermare il cammino della comunità alla luce del Vangelo.È certamente una grande opportunità per tutta la nostra comunità Pastorale “Santi Quattro Evangelisti”.

Mons. Claudio Fontana, (Prefetto e Maestro delle Cerimonie della Chiesa ambrosiana e della Cattedrale di Milano e segretario dell’Arcivescovo) ci offre alcuni spunti di riflessione per comprendere meglio il valore della Visita del Vescovo alle comunità.

La visita dell’Arcivescovo nei testi liturgici:

Dal Messale ambrosiano:

75. Nella Chiesa locale si deve dare il primo posto – lo richiede il suo significato – alla messa cui presiede il vescovo circondato dal suo presbiterio e dai ministri con la partecipazione piena e attiva del popolo santo di Dio. Si ha qui infatti una speciale manifestazione della Chiesa.

Dal Cæremoniale Episcoporum:

1. «La diocesi è una porzione del popolo di Dio, che è affidata alle cure pastorali del vescovo coadiuvato dal suo presbiterio, in modo che, aderendo al suo pastore e da lui unita per mezzo del Vangelo e dalla Eucaristia nello Spirito Santo, costituisca una Chiesa particolare, nella quale è veramente presente e agisce la Chiesa di Cristo, una, santa, cattolica e apostolica». Anzi, in essa è presente Cristo per virtù del quale si riunisce la Chiesa. Giustamente S. Ignazio [vescovo di Antiochia] aveva detto: «Dove sarà presente il vescovo, lì vi sia anche il popolo, così come dove sarà Cristo Gesù, vi è la Chiesa cattolica».

6. Mediante la predicazione del Vangelo, il vescovo chiama gli uomini alla fede nella forza dello Spirito o li conferma in una fede viva, e propone ad essi il mistero di Cristo nella sua integrità.

7. Mediante i sacramenti, la cui regolare e fruttuosa celebrazione viene ordinata sotto la sua autorità, il vescovo santifica i fedeli. ... Dunque il vescovo deve essere considerato come il grande sacerdote del suo gregge, dal quale deriva e dipende in un certo modo la vita dei suoi fedeli in Cristo.

11. La funzione del vescovo come maestro, santificatore e pastore della sua Chiesa, risplende soprattutto nella celebrazione della sacra liturgia da lui compiuta con il popolo. Perciò bisogna che tutti diano la più grande importanza alla vita liturgica della diocesi intorno al vescovo.

12. Dunque, le celebrazioni presiedute dal vescovo manifestano il mistero della Chiesa a cui è presente Cristo; perciò non sono un semplice apparato di cerimonie.