Alleluia, Cristo è risorto !

Alleluia! C’è un’esultanza nel canto dell’alleluia pasquale che ha un’intensità unica. Le espressioni

“trattenute” del nostro giubilo sembrano quasi una costrizione della gioia nell’angustia di un

adempimento. La storia della musica e del canto liturgico propongono tante interpretazioni

dell’alleluia e le nostre corali nei giorni di Pasqua sanno far vibrare non solo le vetrate ma anche i

cuori dei presenti.


È la gioia che viene da Dio: alleluia!

La morte è stata vinta, Gesù è risorto! Alleluia!

Viviamo di una vita che non finisce, la vita di Dio! Alleluia!

La morte in croce di Gesù ha rivelato il compimento dell’amore e la potenza

di Dio che ha irradiato la sua gloria per riempire tutta la terra! Alleluia!

Con il battesimo siamo introdotti nel popolo santo di Dio! Alleluia!

La vita nuova che ci è donata è principio del popolo nuovo, Chiesa dalle genti,

che percorre la terra per annunciare la speranza: Alleluia!

I nostri peccati sono stati perdonati! Alleluia!

L’amore che viene da Dio ci rende fratelli e sorelle con legami d’amore

che ci rendono un cuore solo e un’anima sola: Alleluia!


Mons. Mario Delpini Arcivescovo di Milano

(da: Celebriamo una nuova Pasqua)


“Vi ho trasmesso dunque, anzitutto, quello che anch'io ho ricevuto:

che cioè Cristo morì per i nostri peccati secondo le Scritture,

fu sepolto ed è risuscitato il terzo giorno secondo le Scritture”

(1 Corinzi 15,3-4)


ALLELUIA e Buona Pasqua!

Questo è l’augurio che ci scambiamo. E in questo momento di grande difficoltà che stiamo

attraversando sembra quasi fuori luogo ed invece questo augurio che ci rivolgiamo, vogliamo che

abbia tutta la sua efficacia possibile. Perché, in fondo, dicendoci a vicenda buona Pasqua, ci

rivolgiamo un augurio che si apre alla speranza.


Buona Pasqua di Risurrezione!

La pace e l’Amore di Dio entri nelle vostre famiglie.

don Pierangelo, don Luca

don Dario, padre Daniele